Atzara Olzai Autunno in Barbagia | 17-18 NOVEMBRE

Posted By Salvatore Piu / novembre 17, 2018 / , , , , , , / Comments are disabled

Un tour nel cuore della Sardegna alla scoperta di due dei suoi paesi più rappresentativi tra buon cibo, storia e tradizioni.

 

 

Info Autunno in Barbagia

 

Autunno in Barbagia ad Atzara. Dal 17 al 18 Novembre Atzara aprirà le cortes ai visitatori in occasione di "Autunno in Barbagia 2018".

Una manifestazione che si ripete ma ogni anno capace di rinnovarsi. L’Amministrazione Comunale rende noto il programma dell’edizione 2018 cogliendo l’occasione per ringraziare anticipatamente i cittadini che hanno partecipato numerosi, le associazioni e tutti quanti in qualsiasi modo si sono spesi per l’organizzazione dell’evento.

Auspicando, come ogni anno, la riuscita di due giornate di qualità e ospitalità riportiamo di seguito il programma della manifestazione insieme a tutte le informazioni utili ai visitatori.

Autunno in Barbagia ad Atzara Sabato 17 Novembre
Ore 10:00
Palazzo Civico. Apertura del punto informazioni.
Centro storico. Apertura del percorso “Cortes e magasinos de Atzara”, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara.

Museo Ortiz-Echagüe. Mostra “Contemporary. Le nuove frontiere dell’arte in Sardegna”. A cura della Ass. Antonio Corriga e del Comune di Atzara. Visite guidate con sottofondo musicale diffuso nelle sale. “Laboratorio didattico sull’abito tradizionale di Atzara” rivolto ai bambini della scuola primaria di Atzara a cura della Coop. Progetto cultura.

Centro Storico. “Le antiche dimore atzaresi”. I turisti e i visitatori potranno ammirare le più antiche dimore storiche di Atzara: Casa Tziu Arzolu, “Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas”. (A cura di Grazia Demurtas e del Comitato di Santa Maria). Casa Donna Anna Maria, “Mostra del costume tradizionale di Atzara”. (A cura del Gruppo Folk di Atzara). Casa Aragonese, “Il ciclo della vita. Tra sacro e profano”. (A cura di Francesca Ruda).

Casa Carburu. “Il borgo dei borghi”. Atzara ospita i borghi più belli della Sardegna che metteranno in vetrina i prodotti tipici, le specificità culturali, storiche e archeologiche del proprio territorio. A cura del Centro Commerciale Naturale.

Sede Proloco. “Andando Via. Omaggio a Grazia Deledda”, mostra documentale a cura di Giuditta Sireus e “Filos e tramas” mostra d’arte tessile con lavori artigianali della tradizione, a cura di Elisa Flore.

Chiesa San Giorgio. “Manos de oro”. Mostra degli antichi ricami atzaresi, a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara.
Centro Storico. “In viaggio nel Mandrolisai”. Percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti nel territorio, con la partecipazione delle aziende: Cantina del Mandrolisai e Cantina Sassu di Sorgono, Cantina Fulghesu Le Vigne e Cantina Demuru di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri, Vitivinicola Fradiles di Atzara

Piazza Ortiz. “Domos de pedra. Su ‘ighinau antigu”. Rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, con il contributo dei bambini e degli anziani di Atzara. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara.

La giornata sarà animata dai suoni, dai canti e dai balli della tradizione folkloristica sarda, con gli organetti di Simone Tolu e Michael Fulgheri, l’armonica a bocca di Simone Murgia e con le musiche del gruppo Sonos e Cantos.

Autunno in Barbagia ad Atzara Domenica 18 Novembre
Ore 10:00
Palazzo Civico. Apertura del punto informazioni.
Centro storico. Apertura del percorso “Cortes e magasinos de Atzara”, con le esposizioni degli artigiani locali, le degustazioni dei prodotti tipici e del rinomato vino di Atzara.

Museo Ortiz-Echagüe. Mostra “Contemporary. Le nuove frontiere dell’arte in Sardegna”. A cura della Ass. Antonio Corriga e del Comune di Atzara. Visite guidate con sottofondo musicale diffuso nelle sale. “Laboratorio didattico sull’abito tradizionale di Atzara” rivolto ai bambini della scuola primaria di Atzara a cura della Coop. Progetto Cultura.

Centro Storico. “Le antiche dimore atzaresi”. I turisti e i visitatori potranno ammirare le più antiche dimore storiche di Atzara: Casa Tziu Arzolu, “Antica dimora del Cavalier Bartolomeo Demurtas”. (A cura di Grazia Demurtas e del Comitato di Santa Maria). Casa Donna Anna Maria, “Mostra del costume tradizionale di Atzara”. (A cura del Gruppo Folk di Atzara). Casa Aragonese, “Il ciclo della vita. Tra sacro e profano”. (A cura di Francesca Ruda).

Casa Carburu. “Il borgo dei borghi”. Atzara ospita i borghi più belli della Sardegna che metteranno in vetrina i prodotti tipici, le specificità culturali, storiche e archeologiche del proprio territorio. A cura del Centro Commerciale Naturale.

Sede Proloco. “Andando Via. Omaggio a Grazia Deledda”, mostra documentale a cura di Giuditta Sireus e “Filos e tramas” mostra d’arte tessile con lavori artigianali della tradizione, a cura di Elisa Flore.

Chiesa San Giorgio. “Manos de oro”. Mostra degli antichi ricami atzaresi, a cura del Gruppo volontarie Parrocchia Sant’Antioco Martire di Atzara.

Centro Storico. “In viaggio nel Mandrolisai”. Percorso esperienziale di qualità alla scoperta dei migliori vini prodotti nel territorio con la partecipazione delle aziende: Cantina del Mandrolisai e Cantina Sassu di Sorgono, Cantina Fulghesu Le Vigne e Cantina Demuru di Meana Sardo, Cantina Bingiateris di Ortueri. Vitivinicola Fradiles di Atzara

Piazza Ortiz. “Domos de pedra. Su ‘ighinau antigu”. Rivisitazione delle attività tipiche del borgo agro-pastorale, con il contributo dei bambini e degli anziani di Atzara. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara.

Ore 10.30
Piazza Ortiz. “A s’antiga”. Tradizionale sfilata di buon auspicio per il vino nuovo e per i prodotti della terra, con i bambini di Atzara e le antiche maestranze, lungo le vie del paese, accompagnati da suoni delle launeddas. A cura di Antonio Mele e del Coro Polifonico di Atzara.

Ore 11:00
Museo del Vino. “Apertura della prima botte”. Cerimonia tradizionale con l’assaggio del vino nuovo. Per tutta la giornata sarà possibile assistere alla dimostrazione della lavorazione delle uve locali, della pigiatura, della svinatura e della distillazione delle vinacce. A cura del “Coro polifonico di Atzara”.

Ore 11:30
Laboratorio La Robbia. “La tintura tradizionale”. Dimostrazione dell’antica arte della tintura dei tessuti con i colori naturali. A cura del “Laboratorio La Robbia”. La dimostrazione verrà replicata alle ore 16.

Ore 20:00
Piazza San Giorgio. “Atros annos cun salude!”. Chiusura della manifestazione con canti e balli della tradizione folkloristica sarda

La giornata sarà animata dai suoni, dai canti e dai balli della tradizione folkloristica sarda, con gli organetti di Simone Tolu e Michael Fulgheri, l’armonica a bocca di Simone Murgia e con le musiche dei gruppi: Launeddas del Sinis, Sonos e Cantos, Su Cuntzertu Antigu, Dilliriana, Sonades e Kentales di Giacomo Crobu. Durante la giornata si potrà assistere all’esibizione itinerante de Is Cerbus di Sinnai.

Da visitare e da fare ad Atzara:
- Museo d’Arte Moderna e Contemporanea A. Ortiz-Echagüe.
(Per info e prenotazioni 0784-65508 email: pinacotecatzara@tiscali.it)
- Centro Storico di Atzara. Chiesa Sant’ Antioco Martire, Pozzo del Conte, Chiesa San Giorgio.
- Le dimore storiche di Atzara. Casa Donna Anna Maria. Casa Tziu Arzolu. Casa Aragonese. Casa Carburu.
- Sede Proloco. Mostra.
- Sartoria Serra. Laboratorio sartoriale storico dove sarà possibile ammirare le confezioni artigianali di abiti su misura maschili e femminili.
- La Robbia. Laboratorio di tintura naturale e arti applicate.
- Il nostro gregge racconta. Installazioni artistiche lungo ole vie del paese a cura del laboratorio La Robbia e dei bambini della scuola primaria di Atzara.
Le giornate saranno allietate dall’esibizione itinerante di gruppi musicali della tradizione folkloristica sarda.

Dove mangiare e dove dormire ad Atzara:
Ristorante-pizzeria “Al Vecchio Mulino”, Via S. Maria, tel. 0784 65400
Agriturismo “Su Zeminariu”, Loc. su Zeminariu, tel. 0784 1821310

Punti ristoro con prodotti tipici e vino di Atzara a Km. zero, dislocati nel percorso della manifestazione

Affittacamere “S’Argiola”, Via Antioco Demelas Serra 25, tel. +39 333965760

 

*************************************

Autunno in Barbagia ad Olzai: Il paese di Olzai nasce su una valle circondata da monti e alte colline che lo proteggono dai venti e che in antichità rappresentavano punti di osservazione privilegiata e rifugio sicuro per le antiche popolazioni. Le fonti letterarie testimoniano la presenza di sepolture preistoriche nei rilievi in località Lugulu (o Lochìlo), Sedile e S’Ena de sa Vacca. In quest’ultima è ancora possibile visitare l’importante tomba dei giganti datata tra il Bronzo Medio e Recente, considerata per lungo tempo un dolmen a causa del grande lastrone di copertura (circa 4 metri).

La presenza dell’antica civiltà sarda nel territorio è testimoniata dai resti di ben 17 nuraghi censiti all’inizio del Novecento. Ceramiche, mattoni e tegole d’epoca romana sono stati rinvenuti in località S’Angelu in cui, secondo i racconti popolari, sorgeva un villaggio.

Risale forse al periodo bizantino l’ormai scomparso castello di Gulana, edificato sul monte omonimo, di cui oggi rimane testimonianza nelle fonti e nelle leggende locali che narrano di un tesoro nascosto tra le gallerie sotterranee.

L’affascinante centro storico ha mantenuto l’impianto tipico dei centri barbaricini con case su più piani costruite con blocchi di granito. Tra queste spicca il bel palazzo settecentesco, casa museo dell’artista Carmelo Floris. Nei locali sono esposte diverse opere del famoso pittore e incisore. Al primo piano si trovano le stanze in cui viveva la famiglia arredate con mobilio d’epoca e al secondo è ancora possibile visitare lo studio del maestro.

Nelle vicinanze del paese, immerso nella natura, merita una visita l’ultimo mulino ad acqua realizzato nell’Ottocento: su mulinu vetzu, ristrutturato e funzionante, messo a disposizione dal comune per la macinazione del grano.

L’Agenda di Sardinian Life è il programma con tutti i consigli su come e dove passare il vostro tempo libero in Sardegna! Per restare sempre aggiornati su quello che succede nell’Isola più bella che c’è, seguite ogni settimana una nuova puntata sul canale You Tube di Sardinian Life. Vi porteremo a scoprire tutti gli appuntamenti più importanti del weekend e le informazioni utili per partecipare a feste, sagre, concerti, escursioni e visite guidate.


Vuoi segnalare o promuovere un evento?

Saremo lieti di inserirlo nel nostro format

Commenti

commenti

Comments

Comments are not allowed